Auto arbitraggio, impariamo a conoscerlo .

👤Scuola Calcio e campionati, conoscete tutti l’auto arbitraggio?

👉Il medoto dell’autoarbitraggio è stato introdotto per la prima volta, dalla FIGC e dal Settore Giovanile Scolastico, nella stagione 2011/2012.
Con il metodo dell’autoarbitraggio non è più prevista la figura dell’arbitro, ma saranno i bambini a doversi auto-arbitrare, mettendosi loro d’accordo nelle situazioni di falli o rimesse.
Questo quindi oltre a responsabilizzare i tecnici, aiuta i piccoli calciatori a vivere la partita da assoluti protagonisti .
Ovviamente tutto sotto la supervisione di un Dirigente-Arbitro, una persona adeguatamente preparata a poter svolgere questo ruolo.

Questo è ciò che dice la federazione in merito, C.U.n1 del SGS :
✍️ ” Le gare della categoria Pulcini dovranno essere arbitrate con il “metodo dell’autoarbitraggio”. Tale opportunità prevede che la gara venga arbitrata dagli stessi giocatori che disputano la gara, delegando al dirigente arbitro ed ai tecnici responsabili delle squadre che si confrontano eventuali e particolari interventi di mediazione e supporto.
Il Settore Giovanile e Scolastico incoraggia comunque ad utilizzare tale metodo anche nella categoria Esordienti. ”

Le finalità dell’autoarbitraggio :

☑️Aiutare a stimolare l’auto-organizzazione
☑️Conoscere e applicare correttamente il Regolamento di Gioco
☑️Creare un clima positivo
☑️Educare ed insegnare, giocando.

A noi grandi non resta quindi, che promuovere SEMPRE e solo il gioco ed il divertimento 😉